venerdì 13 aprile 2012

Vitamina B12. E' davvero necessario integrarla? Pare di sì.

La mia confezione di B12




E' da tanto che volevo scrivere questo post, ma non essendo io un medico, per tanto tempo mi sono sentita combattuta. Poi però, mi ritrovavo a leggere tante informazioni contrastanti fra loro, più che altro in blog e siti vegan e quindi, oggi, ho voluto dire la mia, per l'esperienza - seppur molto modesta - che ho, ma soprattutto per le informazioni che ho appreso durante le mie visite nutrizionali da quella che io - ma non solo io - considero la Guru della scienza vegana a livello internazionale. La mitica Dott.ssa De Petris!!





Nei miei primi post, scrivevo infatti che chi intende avvicinarsi al regime alimentare vegan, se intende farlo coscientemente, in modo sano e sensato e senza arrecare carenze al proprio organismo, non solo deve documentarsi davvero, ma davvero, ma davvero bene...ma è opportuno che si rechi - almeno qualche volta - da un vero esperto, da un medico, da un nutrizionista vegan. Ciò che vi sto scrivendo è ciò che mi ha spiegato lei alla mia prima visita.

La B12 è una vitamina sintetizzata da alcuni tipi di batteri che colonizzano (sarebbe meglio dire...colonizzavano) le superfici delle piante, delle verdure, della frutta, dell'erba etc etc. (alimenti mangiati dagli animali che quindi la conterranno nelle loro carni e la trasmetteranno nel loro latte e nei vari derivati) è fondamentale per il nostro organismo soprattutto per il nostro sistema nervoso (e per tante altre cose che vi spiegherà meglio il vostro medico :)

Questo batterio si trovava nella terra ed era sufficiente (molti, moooooltiiiiii anni fa), mangiare dell'insalata (faccio un esempio stupido) o delle carote ripulite grossolanamente dalla terra che le ricopriva (insomma, niente acqua e amuchina come si vede nella pubblicità in TV, bastava una semplice ed energica "scrollata" ;) e questo era sufficiente per far sì che il nostro organismo l'assumesse. La B12 è infatti altamente solubile e a contatto con l'acqua....ops....scivola via (questo in soldoni). Ovviamente, di rimando, si trovava anche nel latte delle mucche che mangiavano l'erba colonizzata dal batterio, nei vari formaggi, carni etc etc.  Tutto questo, ora, non è più possibile, cioè...non in modo del tutto naturale. Colpa dello smog, dei fertilizzanti, della nostra mania di lavare, sterilizzare, disinfettare tutto ciò che portiamo alla bocca...tutto questo ha fatto sì che l'allegro "batterio-sintetizzatore-felice-di-B12" si sia estinto - o quasi - come i dinosauri. Non che si sia proprio estinto, eh! Diciamo che qualche rarissimo esemplare è stato avvistato vagare solitario, alla ricerca di un simil-batterio per accoppiarsi :)

Insomma, la B12 sintetizzata da questo ormai rarissimo batterio è davvero minima, minimissima, (minerrima??) ed assolutamente insufficiente al fabbisogno umano. Ecco perché allevatori ed agricoltori sono corsi ai ripari (leggasi qualche riga più avanti in che modo hanno aggirato il problema*).

Avevo letto da qualche parte che qualche impavido vegan, dopo aver lavorato al suo orto, rimaneva per qualche giorno senza lavarsi le mani asserendo che questo gli era sufficiente (non chiedetemi come) per colonizzare i suoi palmi col felice-batterio-della-B12. Ho anche letto che i germogli (soprattutto quelli dell'erba alfa-alfa) sono habitat ideale per il ripopolamento del batterio, ma la De Petris, l'ho confesso, si è fatta due sonore e grasse risate in ambedue i casi. Insomma, non c'è davvero verso. La B12 deve essere assunta o come integratore o con qualche alimento "rafforzato" che quindi la contenga di sintesi. 


*Mi ha anche spiegato che la quasi totalità degli agricoltori (e quindi anche bio!!!), sono costretti a spruzzare la B12 con degli idranti, sull'erba che mangeranno le loro mucche. Sì, è un po' triste...ma pare non ci sia alternativa :(


Tutto questo per concludere che gli onnivori - o i vegetariani - di riffa o di raffa riescono comunque ad assumere la B12 negli alimenti che mangiano, ma per i vegani è vita davvero dura!

Se c'è qualcuno in ascolto che ha esperienze diverse, si faccia avanti. Ben venga il confronto e lo scambio di esperienze!

13 commenti:

  1. Grazie per essere passata da me!
    Molto interessante anche il tuo blog, ti ammiro per la scelta coraggiosa che hai fatto!
    Se trovo qualche notizia riguardo alla compostiera da balcone in materiale di recupero te la passo...
    Ti seguo anch'io molto volentieri, a presto!

    RispondiElimina
  2. Ciao Lolle, grazie! Sei gentilissima :) Ti leggerò con interesse comunque! Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  3. Io prendo integratori di vitamina b12 ancora quand'ero onnivora, dopo essere diventata vegetariana avevo smesso di prenderli, ma dopo il passo da vegetariana a vegana ho dovuto ricomonciare.... =( so che ci sono alimenti come i cereali per fare colazione e alcuni tipi di latte di soia che sono stati arricchiti apposta ma non credo che bastino ... anche alcune alghe e funghi ma nel momento che vengono lavate la perdono in gran quantità.
    Questo argomento è molto importante e spesso chi diventa vengano non ci da molto peso, complimenti per il tuo blog! Ho trovato moltissime informazioni importanti e trovo interessante uno scambio di opinioni su questi argomenti =)

    RispondiElimina
  4. @ Ettelen: In effetti anche la De Petris dice che la B12 dovrebbe essere integrata anche dagli onnivori. Pensa che io, prima di diventare vegana, non sapevo nemmeno cosa fosse. Dovremmo tenerci tutti più sotto controllo. Grazie cara e un bacio! :)

    RispondiElimina
  5. Ciao, io invece non la prendo :-) Devo dire che ancora adesso sono indecisa un po' perché ho letto sia articoli che dicono di prenderla e articoli che la sconsigliano e io nel dubbio non la prendo ma in passato l'ho presa ma poi mi son chiesta che senso ha prendere un'integratore per tutta la vita?
    Ciao ciao
    Marta
    :-)

    RispondiElimina
  6. @Marta: ma quindi non hai mai fatto esami del sangue per controllarne il valore? Non prenderla a prescindere a me sembra un pochino azzardato. Sarebbe interessante vedere che valore hai senza che tu l'assuma. Non che voglia farmi gli affari tuoi eh? :) Ciao!

    RispondiElimina
  7. Da l'ultima gravidanza non ho mai più fatto esami, non so sinceramente ogni quanto bisogna fare questi esami...penso che dovrò prendere in considerazione di fare un esame prossimamente...è solo che mi vien male solo a pensare di andare da un dottore o all'ospedale :-)

    RispondiElimina
  8. Post interessante, conosco la dottoressa perché ho ascoltato suoi video da youtube, cosi come conosco la dottoressa Luciana Baroni sempre disponibile e cordiale!
    Riguardo la b12 io ancora non prendo integratori, ma credo che lo faro' presto e' estremamente importante per non avere carenze e problemi!
    Grazie comunque per queste info!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver visitato il mio blog!!

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Ciao ...

    Sono vegan crudista :)
    ...e anch'io leggo molto sulla B12...
    ma nn ti credo che dobbiamo prendere gli integratore, penso che sia i venditori di carne che vogliano vendere questo bisogno....
    Volevo sapere se conosci Valdo Vaccaro???
    ti allego una parte della sua tesina...
    se la vuoi leggere tutta è

    http://valdovaccaro.blogspot.it/2013/10/il-falso-e-bidonistico-mito-mondiale.html
    beijinhos :)




    È FALSO CHE LA B12 SI TROVI SOLO NELLE SOSTANZE ANIMALI

    La versione del 1999 di “Anatomia e Fisiologia Umana” di Marieb dice chiaramente che assorbiamo vitamina B12 attraverso gli intestini. Molte persone dicono che i cibi contenenti vitamina B12 sono quelli che derivano da fonti animali. Anche questo non è vero. Nessun cibo può naturalmente contenere B12, che sia animale o vegetale. La vitamina B12 è l’unica vitamina che contiene un elemento traccia come il cobalto, che dà a questa vitamina il suo nome chimico di cobalamina.

    B12 PRESENTE IN BOCCA E NELL'ILEO PER COMBINARSI CON IL FATTORE INTRINSECO

    Gli uomini e tutti i vertebrati hanno bisogno del cobalto, sebbene sia possibile assimilarlo solamente sottoforma di vitamina B12. La sintesi della B12 avviene naturalmente nel piccolo intestino umano (nell’ileo), che è il primo luogo di assorbimento della B12. Fino a che i batteri degli intestini hanno il cobalto ed altri nutrienti, producono B12. Secondo il Dr Michael Klaper, la vitamina B12 è presente nella bocca e negli intestini. La B12, per venir assimilata in modo corretto, deve essere combinata con una mucoproteina-enzima chiamato Fattore Intrinseco, che è normalmente presente nelle secrezioni gastriche.

    ANTIBIOTICI, LATTE, FUMO, ALCOL, STRESS E CIBI COTTI AUMENTANO IL FABBISOGNO B12

    Se il fattore intrinseco è danneggiato o assente, la sintesi della B12 non avrà luogo, non importa quanta ne sia presente nella dieta. La carenza di B12 può esser causata da antibiotici contenuti nel latte, dall'alcol, dal fumo e dallo stress. L’alcol danneggia il fegato, e chi fa uso di sostanza alcolica ha bisogno di maggiore quantità di B12. Il fumo, ed anche tutti i cibi cotti ad alte temperature, aumentano il fabbisogno di B12.

    LA B12 È NOTORIAMENTE PRESENTE DOVUNQUE CI SIA PRESENZA DI GRUPPO-B

    Fare attenzione ai venditori di fumo. Per esempio i lamponi della Tesco dicono che 100 grammi di questi lamponi contengono il 30% della dose giornaliera raccomandata di B12. Questo non può essere vero. È un caso isolato di pianta che, come tante altre, contiene tracce di B12! Sempre secondo la Vetrano, molti libri sulla nutrizione in USA dicono che la B12 c’è in tutti i cibi che contengono quantità del complesso B (B1, B2, B3, B4, B5, B6, B7, B8, B9), ma che prima non si era in grado di stabilirne la quantità.

    GIÀ DAL 1959 SI SA CHE I MANGIATORI DI CARNE HANNO PIÙ CARENZE DEI VEGANI

    Ai giorni nostri, tecnologie più moderne, hanno permesso di scoprire che la B12 è presente in quei cibi ricchi di complesso vitaminico B. Non crediamo che la carenza di vitamina B12 sia più diffusa tra i vegani ed i vegetariani. Questa è molto probabilmente un’altra bugia di mercato! Infatti, molti studi che tentavano di dimostrare che i vegani erano carenti, hanno dovuto fare marcia indietro. Contrariamente alla propaganda delle industrie della carne e dei latticini, coloro che mangiano carne hanno più carenza di vitamina B12, e questo è noto già dal 1959!

    EVITARE RIGOROSAMENTE GLI ANTIBIOTICI

    Detto questo, dobbiamo tenere a mente che molti vegetariani e vegani assumono antibiotici o consumano cibi contenenti antibiotici. A volte esagerano con cipolle, aglio, ravanelli ed altri cibi ricchi di olio di mostarda, che sono dannosi alla flora intestinale. Danneggiata la flora, è difficile e laborioso ristabilirla senza la giusta dieta........

    NIENTE INTEGRATORI MA SEMMAI RIPRISTINO DELLA FLORA INTESTINALE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Veganina. Nel mio post io spiego solo quanto mi è stato detto personalmente dalla Dott.ssa De Petris. Sì. conosco Aldo Vaccaro e la sua tesina l'avevo già letta. Grazie comunque per il copia/incolla! Tanti baci ;)

      Elimina